Abbiamo visto nei capitoli precedenti alcuni aspetti fondamentali da tenere in considerazione durante la ristrutturazione del proprio bagno. Dapprima, la scelta del materiale per pavimenti e rivestimenti può dimostrarsi più difficile del previsto: il mercato offre oggi svariate soluzioni, proponendo forme e colori per tutti i gusti. Una consulenza guidata può aiutare a capire meglio le proprie preferenze in perfetto abbinamento a soluzioni tecniche all’avanguardia. Un susseguente sopralluogo da parte di un esperto vi potrà poi aiutare a delimitare meglio le spese da preventivare, anticipando eventuali lavori aggiuntivi.

Non sempre però ristrutturazione e sinonimo di demolizione. In questo terzo capitolo approfondiamo la possibilità di rinnovare il proprio bagno senza necessità di effettuare lavori invasivi di demolizione.

Capitolo 3: Ristrutturare senza demolire

Quante volte è capitato di sentire “Ho comprato casa ma le piastrelle non mi piacciono”! Dovete ristrutturare il vostro bagno, ma al solo pensiero di dover far fronte a demolizioni, polvere, rumore, settimane di lavori in corso e operai dentro e fuori casa vostra, vi è passata la voglia?

Posa in sovrapposizione su pavimento già esistente.

Una soluzione c’è: il grès porcellanato con uno spessore che parte dai 3.5 ai 6 mm. Si tratta di un materiale sì sottile che vanta però le medesime caratteristiche di resistenza di uno spessore tradizionale (10 mm). La soluzione della sovrapposizione è infatti ideale nelle operazioni di ristrutturazione di un pavimento e un rivestimento esistente: il materiale viene incollato sul pavimento sul rivestimento preesistente, con un grande risparmio di tempo e denaro, riducendo di gran lunga i tipici fastidi da ristrutturazione quali eccessiva polvere e rumore.

Dopo aver rinnovato le superfici del bagno con il grès porcellanato di spessore ridotto in sovrapposizione, un intervento abbastanza semplice e non troppo oneroso, che può completare l’operazione di ristrutturazione del bagno è la sostituzione dei servizi e della rubinetteria. La scelta di modelli moderni, ad esempio, può, anche da sola, creare un effetto di grande rinnovamento. Per effettuare tali sostituzioni è necessario l’intervento dell’idraulico, ma i tempi di realizzazione generalmente non sono lunghi e l’operazione non comporta produzione di macerie o materiale di scarto, naturalmente i vecchi servizi e vecchi rubinetti, andranno smaltiti nelle discariche autorizzate.

I nuovi mobili e accessori da bagno, danno al bagno un’aria nuova e moderna!

Nella scelta dei nuovi servizi, nel caso non si intervenga anche sul pavimento, è opportuno considerare che l’ingombro di quelli nuovi sia almeno pari a quello dei servizi che andiamo a sostituire, per evitare che i fori di fissaggio e aloni dei siliconi vengano in mostra con la posa dei nuovi elementi sanitari.

Più vincolante è la vasca da bagno, poiché nella maggioranza dei casi risulta incassata nella muratura. Per sostituire la vasca con la doccia, non sono necessari rilevanti lavori di muratura e sono invece innegabili i vantaggi. Per contenere i tempi d’esecuzione si potrebbe optare per la posa di un piatto doccia prefabbricato. Il piatto doccia in genere può essere tagliato su misura, specialmente nei nuovi materiali sintetici, che vantano caratteristiche antiscivolo, assicurano igiene, resistenza e un effetto estetico di impatto, i nostri piatti doccia sono materici e al tempo stesso piacevoli al tatto.

In abbinamento agli interventi precedentemente descritti per ristrutturare il bagno, si può prendere in considerazione la sostituzione degli arredi e l’aggiunta di accessori, come gli specchi, e illuminazione creando un’armonia tra i rivestimenti e gli elementi sanitari cosi da riuscire a conferire alla sala da bagno un taglio di carattere e novità. Per quanto riguarda l’arredo potremmo semplicemente sostituire, ad esempio, il vecchio mobiletto del lavabo con una bella mensola in legno o pietra naturale sulla quale poggiare un nuovo lavabo.

Ricordiamo che prima di procedere con la ristrutturazione di un bagno, è sempre indispensabile verificarne lo stato, sia della pavimentazione già esistente, sia degli allacciamenti degli elementi sanitari. Un accurato sopralluogo da parte di un esperto vi aiuterà a togliervi ogni dubbio, così come prevedere tutti i costi nel dettaglio. Prenotate subito una prima consulenza con uno dei nostri collaboratori.

Richiedi un sopralluogo gratuito