Desiderate ristrutturare il bagno di casa vostra ma non sapete da dove cominciare? Grazie a una pluriennale esperienza nel settore, noi della Bazzi Art & Solutions sapremo offrirvi il migliore dei servizi, accompagnandovi dalla scelta dei materiali, alla progettazione secondo i vostri desideri, fino all’esecuzione del lavoro, coordinando i diversi artigiani impegnati nella ristrutturazione: un servizio chiavi in mano a 360°.

Ma di cosa devo tenere conto se voglio rifare un bagno? La ristrutturazione del bagno non solo nasce dalla voglia di dare una ventata d’aria fresca, optando per uno stile più moderno e contemporaneo, ma soprattutto dal bisogno pratico di riorganizzare gli spazi, di rifare gli impianti ormai datati e di aggiornare le strutture con materiali al passo con i tempi.

1. La scelta dei materiali
Ormai stanchi di entrare in ambienti dai caratteri sbiaditi e superati, si decide di ristrutturare il proprio bagno, ponendo particolare attenzione alla scelta dei materiali per pavimenti e rivestimenti. Il grès porcellanato è uno dei materiali più consigliati poiché molto resistente e facile da pulire. Proprio le superfici del bagno vengono costantemente messe a dura prova, sia dagli schizzi d’acqua, sia da residui di sapone e altri prodotti cosmetici. È quindi di fondamentale importanza scegliere un materiale resistente a qualsiasi prodotto con il quale viene a contatto, non assorbente e di facile manutenzione.

Ma non finisce qui! Oggigiorno, la scelta di materiali è vastissima e può facilmente creare confusione. Il nostro consiglio è quello di farsi una prima idea delle tipologie di collezioni disponibili, scoprire le novità del momento e lasciarsi ispirare: dalle piastrelle in effetto pietra naturale, a quelle effetto legno, cemento o marmo, il mercato della ceramica offre moltissime soluzioni per tutti i gusti. Scopri alcune delle collezioni più belle sul nostro sito: oppure visita la nostra pagina Pinterest.

Ma come scegliere le piastrelle giuste per il proprio bagno? Eccovi alcuni consigli utili nati dalla nostra longeva esperienza nell’ambito del rifacimento di bagni:

  1. Marazzi, Mystone Quarzite Platinum, 60 x 120 cm

    Valutate il formato della piastrella in base alla dimensione del bagno
    Innanzitutto è doveroso sfatare il mito “bagno piccolo, piastrelle piccole” o “bagno grande, piastrelle grandi”. Chiaramente se il bagno è molto piccolo non si andrà a scegliere una grande lastra da 100 x 300 cm, ma questo non significa dover per forza rinunciare a un formato più grande e quindi a una riduzione di fughe, oggi una richiesta molto in voga: una piastrella in formato 60 x 120 cm postata in verticale genererà un bellissimo risultato con una grafica ripetuta poche volte e una netta riduzione di fughe. Il nostro consiglio è quello di scegliere un formato che si adatta alla dimensione della parete cercando di evitare il più possibile i tagli.

  2. Largo ai colori e alla fantasia!
    Teniamo sempre conto che la scelta della piastrella, in base alla sua grafica, da uno stile e un tono all’ambiente. Per quanto riguarda il colore, consigliamo di “osare“ maggiormente, utilizzando colori anche più scuri oppure colorati. Non dimentichiamoci infatti che il bagno è un ambiente della casa in cui si trascorre una minima parte della propria giornata, al contrario invece di una cucina oppure un salotto. Ci possiamo quindi sbizzarrire! Oggi le soluzioni con le quali creare dettagli che fanno la differenza sono pressoché infinite: combinando diversi colori e fantasie daremo movimento al rivestimento del bagno. Attenzione però a non esagerare: solitamente consigliamo di scegliere una piastrella unica da utilizzare come pavimento e rivestimento e alternarla a piastrelle più piccole e di forma e colori particolari per piccoli dettagli di grande impatto.

Lasciatevi guidare e consigliare dal nostro team di consulenti e tecnici, esperti in materia e costantemente aggiornati sulle novità estetiche e tecniche del settore. Prenota subito una consulenza.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA